Bilancio 2014

22.01.2014 22:37

Intervento non discusso in commissione per mancanza di tempo ma distribuito ai presenti

Bilancio di previsione 2013.

Vorremmo cortesemente essere informati circa le modalità di imputazione al bilancio 2013

dell' IMU 2013 se al netto del gettito spettante al Comune oppure, molto opportunamente ,al lordo in entrata imputando in uscita la quota del 30,76 % che lo stato tratterrà per poi distribuirla nel fondo di solidarietà.

La modalità operativa seguita ci sembra importante perchè non è solo una faccenda contabile ma influenza le regole contabili di finanza pubblica(limite d' ammortamento- 6% delle entrate di tasse.tariffe e trasferimenti / limite del 50 % delle spese per il personale )

PREVISIONE 2014 – Presentazione del processo e valutazioni preliminari

Da una Giunta che si è presentata innovativa e aperta ci aspettiamo, non tanto una particolare attenzione alle nostre considerazioni inviate ad inizio anno (nostro scopo : contribuire ad indicare un innovativo percorso in grado di coinvolgere tutte le espressioni consiliari),ma un esplicito riferimento allla cosidetta ARMONIZZAZIONE dei sistemi contabili degli Enti Locali.

Ci riferiamo, Signor Sindaco,alla propensione all' innovazione dimostrata da 374 comuni, 12 province e 5 unioni di Comuni che hanno richiesto ed ottenuto di partecipare alla disciplina della sperimentazione prevista dal decreto legislativo 118 del 23 giugno 2011.

Per questi comuni,ammessi alla sperimentazione a seguito di delibera di giunta assunta entro il 30 novemre 2013,il Bilancio di previsione anno 2014 dovrà essere imputato con una nuova classificazione e un riaccertamento dei residui attivi e passivi che potrebbe determinare un conseguente disavanzo d' amministrazione.

Gli stessi potranno però usufrire di vantaggi sia nell' ambito del patto di stabilità che per le spese del personale. A titolo di esempio precisiamo che il Comune di Giussano, nel 2013, ha potuto ridurre l' obbiettivo del patto di stabilità di E.. 96.616.Ricordiamo inoltre alcuni Comuni ,ubicati in Lombardia, che hanno aderito alla sperimentazione. Seregno, Muggiò,Lissone,Lecco,Sesto S.G. ECC.

Ora però ,a termini scaduti ed a chiusura dei tre anni di sperimentazione,saremo costretti ad affrontare l' impatto della piena attuazione delle nuove modalità operative obbligatoriamente dal prossimo 1 gennaio 2015.

A lei ed alla Giunta resta però la possibilità di raccogliere l' invito di Ricucirecarate a uscire, da subito, dai vecchi schemi e seguire un percorso capace di realizzare veramente una partecipazione “BIPARTISAN”

Avere il coraggio di imitare l' assessore di Palazzo Marino, Francesca Bolzani, applicando, il Modello Europeo definito dalla stessa “Una rivoluzione”, ma che, nella sua pratica attuazione mi sento di definire il classico “Uovo di Colombo”.

Per il Comune di Milano il bilancio di previsione del 2014 non sarà più una somma di entrate e uscite calate dall' alto della Giunta,ma una costruzione conseguente un percorso a ritroso che inizierà dal Consiglio.

Maggioranza ed opposizione dovranno indicare le priorità con un atto di indirizzo su cui poi lavorare insieme.

Il Consiglio comunale, coinvolto fin dall' inizio, esprimerà un atto di indirizzo politico dettando passaggi e tempi per costruire l' architettura del bilancio di previsione. Il conseguente calendario operativo passerà dalle seguenti tappe :

1) Invio, da parte di tutti gli assessori,alla commissione bilancio, delle loro previsioni di spesa.

2)Presentazione in commissioni di un quadro generale

3) Possibilità ,da parte dei gruppi consigliari ,di far pervenire alla giunta, entro una settimana,una indicazione delle loro priorità.

4) Preparazione,da parte della Giunta, del documento di indirizzo e conseguente presentazione nel Consiglio comunale di fine febbraio 2014 per la sua approvazione.

5)Presentazione del bilancio di previsione 2014 nel Consiglio comunale di fine marzo 2014previa ricerca di una sintesi, a livello commissioni, fra i gruppi.

Poichè riteniamo che il nostro Consiglio, finora, ha espresso ottimi presupposti di collaborazione, siamo convinti che, lavorando nell' ottica sopradescritta, potremo esprimere un bilancio di previsione all' insegna della cosidetta “CONCILIAZIONE”.

 

Noi di Ricucirecarate-senzapartiti siamo pronti.Partiamo.

Carate brianza 22 gennaio 2014