Consuntivo 2013

04.01.2014 15:39

Se vuoi leggere l'intervento completo lo trovi Qui

Il bilancio di previsione anno 2013 del Comune di Carate Brianza, predisposto dai nostri funzionari con la supervisione del Commissario Straordinario, si è naturalmente consumato raggiungendo l' obbiettivo di garantire un' ordinata gestione finanziaria senza incorrere in situazioni pericolose.

La nostra giunta, pur dovendo rimediare ad entrate inferiori rispetto al previsto con appropriati assestamenti di bilancio, ha evitato di modificare il suo assetto generale. Infatti, il recepimento dei  criteri d' imposizione delle tasse locali (addizionale irpef, imu tosap, tares ecc) predisposti dal Commissario Straordinario in sede di bilancio, ha consentito alla nuova amministrazione di concentrarsi sulle attività di Governo  senza preoccuparsi di particolari difficoltà finanziarie nella gestione.

In questa situazione è stato abbastanza facile  dedicarci quasi esclusivamente  al Governo dell' istituzione, realizzando gli impegni programmatici sostanzialmente condivisi da tutti i gruppi politici presenti in Consiglio:

  • Le Commissioni Consiliari, sono state maggiormente valorizzate, aprendole a qualificati contributi esterni;
  • Si sono ottimizzate le funzionalità del sito internet del Comune arricchendolo di informazioni relative a delibere, determine di settore e ad altre specifiche informazioni  che hanno  reso più trasparente l' intera macchina amministrativa;
  • il Consiglio Comunale sta tornando ad essere luogo di dibattito, anche in presenza di deliberazioni urgenti.

Sono stati predisposti gli strumenti indispensabili per una partecipazione aperta e trasparente anche se difficilmente praticabile.

Quattro mesi di attività sono però assolutamente insufficienti a smuovere una cittadinanza inattiva che, sempre più sfiduciata verso  tutte le istituzioni, si è arroccata all' interno delle tante associazioni e società sportive che arricchiscono il nostro tessuto sociale; sicuramente l’ambito associativo caratese offre, con un quotidiano quanto oscuro lavoro certosino, concrete risposte ai bisogni dei cittadini.

Non possiamo non evidenziare la necessità di creare sinergie maggiormente evolute tra la società civile e la politica che amministra.

Un esempio che vale per tutti viene fornito dal Campo sportivo: la commissione consigliare competente, nella visita del 18 dicembre all'impianto sportivo di via xxv aprile, al palazzetto e alla “Fossa”,ha costatato, oltre ad uno stato di degrado intollerabile di tutte le strutture, l' indispensabile esigenza  di  ricercare una minima coesione essenziale per costruire una reale collaborazione fra le nostre società.

Per questo evidenziamo la necessità di un' efficace regia da parte dell' amministrazione comunale in grado di affiancare e coordinare le tante iniziative promosse nel nostro territorio.

Determinante è  il ruolo di tutti i dipendenti  nei quali abbiamo riscontrato una adeguata e solida capacità professionale e  dei Capi Settori  capaci di assumersi  singole responsabilità, dimostrando nel contempo autorevolezza nel gestire gli uffici di loro competenza.

Ci sembra inoltre di aver colto una certa capacità di affrancarsi dalla sudditanza psicologica  verso la forza politica che governa .

In riferimento invece ai nuovi organi elettivi del Comune dobbiamo  riconoscere al Presidente del Consiglio, Baio Federica, di aver contribuito in modo determinante  a ridare centralità al Consiglio Comunale assicurando un effettiva dialettica democratica a tutti i consiglieri.

Ricucirecarate-senza partiti, sentendosi parte attiva, ha potuto esprimere un'opposizione attenta e propositiva, svolgendo anche una funzione di stimolo e di controllo per l' azione della Giunta. Abbiamo cosi collaborato, unitamente agli altri gruppi consigliari, ad innescare un confronto virtuoso sui temi dell'amministrazione.

Carate è ripartita con il contributo fattivo di tutti e finalmente ,il riscatto morale invocato da tanti Caratesi è ormai iniziato.

Il 2013 si chiude così con il risultato di una condivisione del percorso che potrà  approdare a decisioni che non saranno sicuramente condivise all'unanimità, ma che potranno perseguire obbiettivi comuni.

Un  semestre ricco di buoni propositi, di idee condivisibili, che dovranno trovare la loro massima espressione nel prossimo bilancio di previsione, il primo vero banco di prova per la nuova amministrazione.

Le linee programmatiche definite dal Sindaco e condivise da tutti gli organismi politici presenti in Consiglio, per essere attuate, necessitano di innovazione determinazione e di grande  calcolato coraggio.

Se sono rose incominceremo ad intravedere i primi germogli  nella prossima primavera.