Due Proposte Concrete

23.02.2013 16:43

Con il garbo che da anni lo contraddistingue un caro amico ci ha fatto pervenire copia di un articolo apparso su “Avvenire”il 17 gennaio 2013 nella rubrica “Sguardi e Visioni” tenuta da Andrea Dall’Asta con una semplice ma concisa annotazione : Per il prossimo piano di governo del territorio di Carate Brianza.
questa è la parte conclusiva dell’ articolo :

“… e invece di fermarci in questa corsa sfrenata alla cementificazione, continuiamo ancora oggi a costruire con le stesse modalità del passato,in un atto di suicidio collettivo. E distruggiamo il territorio senza pensare alla possibilità di demolire/riqualificare l’ esistente. Perché si prosegue a costruire quando la popolazione in Italia tende a diminuire?… Confusione caos…il paesaggio urbano italiano appare sempre più disumanizzato.Quale città consegneremo al futuro? “

QUALE CARATE LASCEREMO AI NOSTRI  POSTERI ?

La risposta potremmo ricercarla nelle programma  di -Governo del Territorio-  che rilanciamo con due specifiche proposte concrete con le quali si aprirebbe uno squarcio di sereno all’ impianto urbanistico della nostra Carate :

  1. La ricerca di un accordo con la proprietà del  “ 9 piani di via Aspromonte” al fine di addivenire al suo abbattimento ;
  2. La riqualificazione del  paesaggio di San Bernardo che,passando dal  recupero ambientale del nostro antico  campo da sci  “Pra del Sain” ,deve n prendere in considerazione l’ anomala collocazione del distributore di benzina nella piazza in questione. Con delibera della Giunta comunale n.185 del 4/3/1996,l’ AGIP PETROLI SPA,ottenne il rinnovo della concessione dell’ esercizio dell’impianto per anni 18. Nella stessa delibera il rappresentante della società,Peretti  Roberto, ha dichiarato che nel caso in cui l’Amministrazione Comunale dovesse ordinare la revoca e/o la chiusura dell’ impianto per motivi di pubblica utilità ,l’AGIP non procederà alla richiesta di indennizzi per il periodo residuo fra la data di chiusura e la data di scadenza della concessione( MARZO 2014 ).

Quale occasione migliore?